Giornate primaverili e voglia di vacanza: per la massima sicurezza prenota con le startup

Le giornate calde di questi giorni ci fanno pensare alle vacanze. Ma le modalità sono cambiate così come le attenzione di chi offre viaggi e servizi che è oggi ai massimi livelli. E non si parla soltanto di pulizia. Ecco come partire in sicurezza.

In appartamento senza incontrare nessuno

Oltre a dover essere sanificate ora per accedere a una casa prenotata su Airbnb o portali simili non bisogna nemmeno incontrare l’host. Edgar, Keesy e Vikey sono tre startup che si occupano di smart check-in che consentono agli albergatori e proprietari di strutture ricettivi private di gestire l’accettazione dei clienti direttamente online. I dispositivi Vikey per il self check-in vengono collegati al citofono all’interno della struttura ricettiva e installati sulla porta dell’appartamento o delle camere di hotel e B&B. L’Host apre da remoto all’arrivo degli ospiti che trovano le chiavi all’interno della casa.

self check-in

Gruppi piccoli, giovani e luoghi sicuri

È il tour operator dei millennials che organizza viaggi di gruppo per persone tra i 25 e i 45 anni. WeRoad, nato dal genio del gruppo OneDay, già azienda di successo con ScuolaZoo, ha fatto il boom e nell’anno della sua nascita (2018) ha “mandato in vacanza” 8000 persone. L’azienda non si è arresa alla battuta d’arresto del covid-19: “Già dall’estate 2020 abbiamo ridotto i gruppi a 8-10 persone – racconta la Fondatrice Erika De Santi – e questo è un big plus anche per questa estate, gruppi piccoli, persone che viaggiano on the road sempre assieme”. Inoltre il tour operator innovativo sta selezionando destinazioni che permettono di viaggiare in modo sicuro: “Se per andare alle Canarie e in Spagna ci vuole il tampone molecolare lo facciamo fare – continua – dall’inizio dell’anno sono già partiti 10 gruppi per Fuerteventura, destinazione super sfa, visto che tutti coloro che vi entrano devono aver fatto il tampone. Ci preoccupiamo anche di mandare in luoghi dove i viaggiatori possano vivere un’esperienza completa”.
Cosa succede se una destinazione cambia policy per l’accesso? “In caso di chiusura delle frontiere italiane o della destinazione finale, noi rimborsiamo il 100% del valore del viaggio – risponde la fondatrice -. Se qualcuno prenota un viaggio ma fosse positivo o impossibilitato a partire per cause legate al Covid-19, lo riproteggiamo su un’altra partenza o destinazione”. Oggi su Weroad sono attivi viaggi alle Canarie e in Lapponia Svedese: “Siamo pronti ad aprire altre destinazioni in base alla sicurezza – conclude De Santi –. Se per esempio le compagnie aeree del Golfo che sono di solito le più innovative lanciano, come annunciato da Iata, il travel pass (garanzia covid free certificata da tampone) rilanceremo viaggi anche in quella zona. Inoltre vorremmo ripartire il prima possibile con gruppi in Italia”.

In spiaggia senza assembramenti

Paura per gli assembramenti in spiaggia? Basta prenotare con la app Gogobeach, il “Thefork” dei lidi che consente non solo di riservarsi un posto distanziato ma anche di ordinare al bar direttamente dall’ombrellone, riducendo al minimo le occasioni di incontro con sconosciuti. Inoltre, l’applicazione permette anche di prenotare alberghi, ristoranti e cibo a domicilio, offrendo all’utente la possibilità di scoprire tutta l’offerta turistico ricettiva in Italia e leggere le recensioni di chi ha già provato i servizi. La app conta centinaia di lidi da Nord a Sud, isole comprese.

In smart working nella natura

Smace è una startup nata proprio durante la pandemia che consente agli smart worker di scegliere location immerse nella natura per lavorare da remoto. Smace, nome che sta per “Smart work in a smart place”, consente di valutare le opzioni disponibili e scegliere la struttura preferita all’interno di un portfolio di proposte tra Toscana, Lombardia, Umbria, Marche ed Emilia Romagna. Tutte le strutture devono essere facilmente raggiungibili e vicine a punti d’interesse, posizionate in un ambiente rilassante e dotate di servizi quali connessione Internet veloce, sale meeting, postazioni di lavoro adeguate e possibilità di usufruire di pranzo/cena e di fare sport. A questi si possono aggiungere servizi offerti gestiti dalla struttura e legati al territorio oppure erogati o attinenti i temi della formazione e del team building. Il concetto di Smace è: più resti, meno paghi. Il servizio è venduto alle aziende come benefit per il lavoratore.

Sicurezza massima in barca a vela

Per una vacanza al mare a breve raggio e “isolata” dalla confusione di borghi e spiagge la barca a vela è la soluzione ideale. Applicando alla nautica il concetto di Airbnb, in cui sono gli stessi skipper locali a proporre esperienze in barca, Sailsquare ha imposto un nuovo concetto di barca a vela democratica, trasformando il turismo legato al mare e rendendolo più accessibile e adatto a tutti. Consente di noleggiare barche di ogni genere in tutte le parti del mondo. Anche Sailogy offre la possibilità di scegliere tra oltre 22mila barche con o senza skipper in tutto il mondo. Le aziende offrono proposte di riprotezione in caso di chiusura del paese scelto o dei confini italiani.

Clicca qui per leggere l’articolo su “Il Corriere Innovazione”

Condividi sui social network

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su skype
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email